Search

Blog

I social, un ottimo strumento per il recruiting aziendale

Se un’azienda vuole integrare giovani risorse, magari tra i 19 e i 25 anni, può anche “dimenticare” il vecchio annuncio di lavoro e il curriculum che veniva spedito via email o portato a mano. I social possono essere una risorsa davvero interessante per il recruiting aziendale!

Ancora una volta vi racconto l’esperienza di un’attività fatta in collaborazione con Campello Motors. A marzo 2017 l’azienda aveva bisogno di integrare al proprio interno giovani risorse da formare e destinare a varie mansioni, dalla vendita all’officina, passando per l’IT. Dovevamo quindi cercare figure molto diverse fra loro e dovevamo farlo in una fascia d’età molto precisa. Perché non provare a fare una ricerca sui social? E soprattutto: perché non approfittarne per valorizzare l’immagine del brand?

Abbiamo quindi ideato il Campello Motors Social Casting, un’iniziativa che mirava ad attirare l’attenzione dei giovani e a far inviare le candidature in modo nuovo: direttamente attraverso Facebook. L’idea creativa si basava su una campagna multisoggetto dai visual molto moderni e semplici, con uno stile che ricorda quasi la locandina di un film. Il messaggio fortemente orientato al “carpe diem” è stato declinato online e offline in una campagna di comunicazione che si è articolata oltre i social, passando anche per carta stampata e sito web.

I risultati

In poco meno di un mese, sono state ricevute quasi 100 candidature interessanti e integrate 13 nuove risorse in azienda. Campello Motors d’altronde è in rapida espansione, anche a livello di personale e collaboratori. Oggi può contare su uno staff di 95 persone: soltanto 4 anni fa, nel 2013, erano 55.